Come asciugare i capelli nel modo corretto

Asciugare i capelli nel modo corretto può essere una cosa quasi banale. In realtà, però, non è così semplice, come sanno bene molte donne. Ci sono delle tecniche di asciugatura che permettono di asciugare nel migliore dei modi i vari capelli. Senza dimenticare che molto spesso dipende anche dal proprio asciugacapelli.

Capelli corti

I capelli corti sono i più semplici da asciugare. Perché difficilmente possono cadere e, comunque, più corti sono e meno tempo impiegherai. Ci sono anche diverse persone che neppure se li asciugano, soprattutto in estate.

Però, per asciugarli in maniera corretta dovrai prima di tutto pensare alle radici, vero cuore pulsante di ogni capello. Mentre stai asciugando il tuo cuoio capelluto dovrai alzare i capelli, come se fossero a spazzolino e, se possibile, inserire un prodotto per dare sempre più forza alle radici.

Infine, aspettare quei pochi secondi che le radici si asciughino e poi, con una spazzola, pettinarti. Per l’uso del gel, dipende molto da te. Se vuoi usarlo, non inserirlo subito ma aspetta qualche minuto.

Capelli lisci

I capelli lisci sono tra i più ostici da lavare, insieme ai suoi opposti ricci. Perché, come prima cosa, devi cominciare a dividere i vari capelli in diversi ‘spezzoni’. E dedicare a ognuno di essi il giusto tempo e la giusta attenzione.

Così come per i capelli corti, dovrai partire dalle radici, facendo attenzione che l’asciugacapelli non sia troppo vicino (la distanza ideale è di almeno 20 centimetri). Altro accorgimento è quello di non insistere troppo su uno stesso punto. In altre parole, non dovrai tenere fisso l’asciugacapelli su un punto perché rischi di rovinare i capelli. Nella peggiore delle ipotesi, rischi perfino di bruciarli e seccarli.

Inoltre, un altro consiglio è quello di tenere l’asciugacapelli puntato verso il basso. Si sta, poi, diffondendo sempre più l’idea di non asciugarli mai completamente. Questo perché i capelli hanno bisogno di un po’ di idratazione. Se non fa troppo freddo fuori, è una ipotesi da non scartare a priori.

Sconsigliata la piastra, a meno che tu non sia consapevole dei rischi e non sappia usarla bene. Anzi, all’opposto, quando stai finendo di asciugarli, se abbassi un po’ la temperatura dell’asciugacapelli non faresti certamente un danno.

Capelli lunghi

Se vuoi asciugare bene i capelli lunghi, non hai bisogno solo dell’asciugacapelli ma anche di una molletta. Proseguendo la lettura capirai perché. In ogni caso, così come per le altre tipologie, devi partire dalle radici. Utilizzando le tue dite, cerca di tenere ‘in tensione’ i capelli e dedicarti qualche secondo, appunto, alle radici.

A questo punto, puoi partire con l’asciugare la parte restante dei capelli, tenendo il phon diretto verso il basso. Ecco, quindi, che viene il turno della molletta. Quest’ultima ti servirà per tenere fermi i capelli, in particolare nella parte superiore. Partendo dalle ciocche che sono in basso, usando un’apposita spazzola dovrai ‘allungare’ i tuoi capelli e, nel frattempo, l’asciugacapelli dovrà seguire il tuo movimento. Ovviamente, senza restare troppo vicino.

Quando sarà finita l’operazione, dovrai ripetere il tutto con le ciocche in basso.

Capelli ricci

Molte persone, quando devono asciugare i capelli ricci (leggi qui una guida di donnafanpage), non pensano a tenerli asciutti ma a non rovinarli. Non che sia una cosa sbagliata, ovviamente. Anzi, proprio per questo proviamo a spiegarti come asciugarli senza rovinare il tuo ‘capolavoro’.

Ti consigliamo, prima di tutto, di usare una spazzola adatta per i capelli ricci, a denti larghi. Così che tu possa arrotolare in maniera naturale i tuoi ricci. Poi, devi separare i tuoi capelli e utilizzare il diffusore. Non è un’operazione semplice, perché se imprimi troppa forza rischi di avere quell’effetto crespo che tanto stavi provando a evitare.

Quando sei sul punto di finire l’asciugatura, massaggia le radici dei tuoi capelli tenendo la testa verso il basso. Ciò ti consentirà di avere una certa resistenza.

Occhio agli asciugacapelli

Vogliamo chiudere questo approfondimento con la scelta dell’asciugacapelli basandoci su una guida su valutacquisto.it. Sembra banale ma non lo è. Soprattutto con le ultime versioni che danno vita a una serie di opzioni tutte da esplorare. Oltre all’aspetto estetico che, ovviamente, non fa mai male, devi pensare anche, ad esempio, alla temperatura che può raggiungere. Massima o minima che sia.

Inoltre, quelli più moderni comprendono uno ionizzatore. Senza stare qui a spiegarti dal punto di vista tecnico, ti diciamo che gli asciugacapelli che hanno questa funzionalità ti permettono di avere un lavoro finale migliore, poiché riescono a suddividere le gocce d’acqua in parti più piccole, prevenendo l’umidità.

Infine, tra gli aspetti più importanti c’è la potenza. Non devi, ovviamente, usare sempre la potenza massima ma devi saperti regolare. Senza dimenticare che alcuni phon riescono anche a segnalarti la troppa vicinanza rispetto ai capelli.

Di’ la verità: non avevi mai immaginato che dietro alla semplice asciugatura dei capelli ci fosse un mondo, vero?