Posti nuovi (e pure buoni) a Milano – Osteria della Bullona

Ha aperto a marzo ed è già tra i posti più chiacchierati e frequentati) della città: a questo punto, come esimersi dall’andare a provare con man… hm, con bocca direi, il nuovo ristorante dei due Daniele, Carettoni e Ferrari? L’Osteria della Bullona si trova in via Piero della Francesca 68, a due passi da corso Sempione, il che già la rende più che appetibile: location perfetta per una serata di inizio estate, magari per proseguire il prosecchino del dopo lavoro in uno dei tanti locali in zona e terminare con una passeggiata digestiva tra il profumo dei gelsomini. Il nome originale e curioso lo deve all’ex stazione FNM Bullona, che si trovava proprio a pochi passi da questo elegante locale che propone una cucina meneghina tradizionale rivisitata. Dal risotto (delizioso), all’ossobuco, ai classicissimi asparagi con l’uovo per i quali impazzisco e che ho avuto modi di apprezzare dal vivo: piatti robusti e genuini, che qui si sposano magnificamente con la raffinatezza del locale perché alleggeriti senza perderne in gusto. E poi (e questo è il motivo fondamentale che mi spingerà a ritornare), c’è la pizza. Lo dice anche lo stesso patron Carettoni: “All’Osteria della Bullona non si può venire solo una volta. La prima sera si assaggiano i piatti tipici lombardi, ma poi bisogna tornare per ordinare una pizza.” Perché è speciale, e si capisce da subito: solo sei varianti, realizzate con farina Petra,  di grano tenero dalle macine del Molino Quaglia. La mozzarella arriva direttamente da Napoli, gli altri ingredienti sono tutti top quality, dal provolone del Monaco al tartufi MGM, ai pomodori San Marzano dop. Cento etichette di vino diverse e una selezione di birre artigianali, potevo mai non innamorarmi?!  Dunque, dicevamo, la prossima volta pizza. Magari anche a casa, visto che le prelibatezze Della Bullona arrivano anche direttamente a casa con Foodora, Deliverooe UberEATS. Ma ripensandoci, in fondo, perché privarsi della passeggiata, del varcare la soglia e ritrovarsi in un ambiente familiare, viziata e coccolata? Prima che riesca a rinunciare ai piacevoli vizi dell’Osteria, credo ci vorrà almeno qualche altra visita.

 

Ida Loose Cannon Papandrea

Una che ogni tanto deve chiedere alla sua ombra di farle un po’ di spazio. Irrazionale, impulsiva, irriverente e in costante lotta con l’altro lato dello specchio. In questo mondo fa la giornalista freelance e la stylist, nell’altro crea costumi per bambini (e ci attacca anche i bottoni). Non può fare a meno dei viaggi, in particolare quelli mentali. Crede alle favole, ai film di Tim Burton, ai videoclip, ai colpi di culo e a quelli di fulmine: col suo ci ha fatto una figlia. Scusa, hai detto figlia?!

Comments are closed.