As seen on Wunder Mrkt – Mi.Ami Love Vintage, le case degli altri

O meglio, Cose di altre Case. Sono quelle che, con occhio di lince, impegno e passione, scovano e riportano a nuova vita Ivano e Mary, i volti (e i cuori) di Mi.Ami Love Vintage che inaugurano un nuovo ciclo di post – appuntamenti in cui vi sveleremo, uno per uno, gli ospiti e gli amici che, di edizione in edizione, contribuiscono a rendere il Wunder Mrkt (che ormai dovreste conoscere bene, altrimenti affrettatevi a cliccare sul link) quello che è – ossia, senza falsa modestia, me-ra-vi-glio-so.

Nella vita reale, Ivano fa l’artigiano e lavora nel settore dell’arredamento, Mary si occupa di moda e abbigliamento. Nella parte favolosa (!), mescolano la loro passione per il vintage alle loro profonde conoscenze nel design, l’arte e un senso del gusto eclettico e singolare e lo mettono in campo per… cercare cose. Memorabilia, soprammobili, bauli, stampe e fotografie, utensili stravaganti, statue e fantocci, modernariato e antiquariato di nicchia: il comune denominatore è quel tocco esotico, insolito, industrial e creativo nell’accezione più outsider, che caratterizza la loro ricerca. Gli oggetti di cui si innamorano e che recuperano, a volte intervenendo su di essi a volte no, per proporli ai loro clienti. Chi sono? “Architetti, creativi, comuni cittadini con un senso estetico votato al lato kitch e ironico del design”.

Come hanno cominciato?! Elementare, Watson: “Svuotando solai – racconta Ivano – Poi abbiamo iniziato a frequentare e vendere al mercatino di brocantage vicino casa, da lì il giro si è allargato”. Adesso, oltre ai classici giri di ricognizione in case e vecchi negozi, la loro ricerca si muove soprattutto su Internet e attraverso le “soffiate” dei colleghi.

Oggetti con un passato da raccontare e un presente che si presta a libere interpretazioni. Il loro testimonial ideale? Ivano tentenna “un qualunque appassionato di brocantage”. Mary invece non ha dubbi: “Moira Orfei!”.

Venite a scoprirli il 27 e 28 maggio al Mi.Ami Festival! Vi aspettiamo anche noi!!

Ida Loose Cannon Papandrea

Una che ogni tanto deve chiedere alla sua ombra di farle un po’ di spazio. Irrazionale, impulsiva, irriverente e in costante lotta con l’altro lato dello specchio. In questo mondo fa la giornalista freelance e la stylist, nell’altro crea costumi per bambini (e ci attacca anche i bottoni). Non può fare a meno dei viaggi, in particolare quelli mentali. Crede alle favole, ai film di Tim Burton, ai videoclip, ai colpi di culo e a quelli di fulmine: col suo ci ha fatto una figlia. Scusa, hai detto figlia?!

Comments are closed.